Cerimonia della Benedizione delle Acque - Epifania

December 28, 2020
Tutto sull’Epifania

La stagione delle feste a Creta è una meravigliosa combinazione di feste tradizionali e autenticità non commerciale. C'è un grande senso di semplicità e purezza; in tutta la Grecia, i giorni intorno a Natale e Capodanno non sono tanto dedicati allo shopping di regali, ma molto più al collegamento con la famiglia, gli amici, la comunità e la fede. A differenza delle festività natalizie in altri paesi, non termina nemmeno dopo capodanno. In tutta la Grecia, è l'Epifania che chiude le festività natalizie. L'Epifania è una festa religiosa estremamente significativa. Ed è celebrato in modo gioioso e spettacolare. È qualcosa che vale la pena vivere da vicino, soprattutto a Creta. Questo è il dodicesimo giorno di Natale, come nella canzone.

Cerimonia della Benedizione delle Acque - Epifania

Tradizionale Cerimonia Religiosa dell'Epifania

Una Festa con Tre Nomi

Questa bellissima festa in realtà ha tre nomi: "Teofania" che significa "Dio risplende" , "Ta Fota" che significa semplicemente "Le luci" e ovviamente "Epifania". La festa è una celebrazione del battesimo di Gesù nel fiume Giordano. Più specificamente, commemora la rivelazione di Dio. La Bibbia racconta che, quando Gesù si levò dall'acqua, i cieli si aprirono e lo Spirito Santo venne a Gesù come una colomba e si posò su di lui. La voce di Dio venne quindi dal cielo, dicendo: "Questo è mio Figlio, l'Amato, del quale sono compiaciuto". La "Teofania" si riferisce anche alla rivelazione della Santissima Trinità - la voce del Padre proveniente dal cielo, il Figlio e lo Spirito Santo come una colomba.

Benedizione delle Acque - Epifania

Viene anche chiamata “Ta Fota” - le “luci”, poiché questo è il giorno in cui la luce di Cristo ha illuminato - illuminato - il mondo.

Luce e Acqua

Questa è una celebrazione della luce. Ma è anche una commemorazione del battesimo di Gesù di San Giovanni. Mentre Gesù benediceva le acque del fiume Giordano, i sacerdoti ortodossi benedicono tutte le acque. In realtà è un evento di 2 giorni.

Quando cade l'Epifania?

L'Epifania si celebra il 6 gennaio. Ma i festeggiamenti iniziano alla vigilia dell'Epifania, il 5. Proprio come fanno la vigilia di Natale e il giorno di Capodanno, i bambini vengono di casa in casa cantando un canto speciale. Quest'ultimo annuncia la buona novella del battesimo di Cristo. In chiesa c'è un "mikros agiasmos" delle acque - una benedizione minore, in previsione della benedizione maggiore del giorno successivo. In preparazione all'Epifania, i sacerdoti vanno di casa in casa con quest'acqua santa, benedicendo la casa e tutti coloro che vi abitano e offrendo loro la croce da baciare. I devoti digiunano anche in preparazione all'Epifania.

Il Giorno dell'Epifania

Gennaio porta i giorni più freddi di Creta. Ma questo non è un deterrente per i fedeli. C'è gioia e attesa nell'aria mentre le persone si mettono in cammino per la chiesa.

giovane recupera croce di legno durante la cerimonia dell'Epifania

Con loro hanno bottiglie e vasetti da casa. Questo serve per raccogliere l'acqua santa che verrà poi distribuita in grandi vasi, e per riportarla alle loro case. Per prepararsi a ricevere l'acqua santa, molti non bevono affatto così che la prima acqua che tocca le loro labbra sia benedetta. Ora, arriviamo alla parte più drammatica della celebrazione dell'Epifania: l'effettiva benedizione delle acque. L'Epifania viene celebrata in tutte le Chiese ortodosse, ovunque si trovino. Ma le congregazioni vicino a uno specchio d'acqua - un fiume, un lago o il mare - vi si recheranno in una gioiosa processione, guidate dal sacerdote, dai diaconi, dai chierichetti - tutti in paramenti splendidi e opulenti - e dagli ufficiali della chiesa che portano gli stendardi.

I nuotatori saltano per prendere la croce nell'acqua gelata

Quando tutti si saranno riuniti in riva all'acqua, il sacerdote benedirà le acque. Certo, a Creta in molti casi sarà il mare. In questo caso ci sono preparativi speciali e uno spettacolo straordinario. La congregazione non si riunisce su una spiaggia poco profonda, ma piuttosto su un molo o lungomare, dove l'acqua è profonda. A volte, una barca aspetta. Ora i coraggiosi tuffatori - di solito giovani uomini, ma in alcune congregazioni ora ci sono anche giovani donne - o salgono sulla barca con il prete o stanno accanto a lui sul bordo del porto.

La Benedizione delle Acque

Spesso il cielo è luminoso e soffia il vento: è una giornata drammatica e il tempo di solito collabora. L'attesa cresce mentre il silenzio cala sulla folla. Quindi, il sacerdote lancia la croce nell'acqua il più lontano possibile. I nuotatori si tuffano e ne segue una gara attraverso le acque gelate per recuperare la croce. Nel momento in cui la croce viene recuperata, il sacerdote rilascia quindi una colomba nel cielo. Questo rappresenta lo Spirito Santo, come al battesimo di Cristo.

Ricevere la Benedizione in Chiesa all'Epifania

Colui che recupera la croce riceve una speciale benedizione, pensata per portare fortuna per tutto l'anno a venire.

Cerimonia di benedizione dell'acqua dell'Epifania del sacerdote greco

Dopo che i coraggiosi nuotatori tornano e si asciugano nell'aria gelida, la congregazione torna in chiesa. Una grande vasca di acqua santa si trova vicino all'altare, con un grande ramo di basilico. La chiesa si riempie del suo profumo dolce mentre il prete immerge il ramo di basilico nell'acqua santa. La congregazione si mette in fila e il sacerdote benedice ciascuno di loro a turno, facendo il segno della croce sulla fronte e sulle spalle con un leggero colpo di basilico bagnato, curvandosi per baciare la croce. Ora, tutti riempiono i vasi con l'acqua santa. A casa, ogni membro della famiglia la beve, compresi ovviamente gli animali. Quindi viene spruzzato in tutti gli angoli della casa e persino dato alle piante.

Celebrare l'Epifania a Creta

In quest'isola di navigatori, l'Epifania è una festa particolarmente significativa. Anche i mari e le barche vengono benedetti. Secondo la tradizione, nei giorni antecedenti l'Epifania è vietata la navigazione, poiché si pensa che la benedizione delle acque calmerà i turbolenti mari dell'inverno, in modo che possano nuovamente lasciare il porto per navigare su acque più calme.

Chiesa alla Vigilia dell'Epifania

(E c'è ancora un altro motivo per celebrare l'Epifania: il giorno segna la fine del male del "Kalikantzari". Si dice che questi piccoli goblin del folklore greco arrivino a Natale e scompaiano all'Epifania, quando la luce di Dio e le acque benedette li spingono ancora una volta nel sottosuolo. Alcuni attribuiscono persino il mare agitato alla loro malizia, ma generalmente si pensa che siano un fastidio domestico.) A Creta, l'Epifania è una triplice celebrazione. Il sacerdote getta la croce nell'acqua non una, ma tre volte: per il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Tre nuotatori avranno quindi la possibilità di ricevere una speciale benedizione per aver recuperato la croce. È particolarmente meraviglioso celebrare l'Epifania in una delle incantevoli città di Creta, per esempio vedere la croce gettata nelle acque del porto veneziano di La Canea.

Goditi le Vacanze Invernali a Creta

Montagne di Creta

La stagione delle vacanze è a periodo meraviglioso per visitare Creta. L'isola è benedetta da un clima mite e potresti goderti molti giorni di clima invernale caldo e tanto sole, perfetto per guidare ed esplorare l'isola.

Chiesa di Constantine Gouves

Un altro grande vantaggio di una vacanza invernale a Creta è che avrai l'isola tutta per te. Ci sono pochissimi turisti e questo è il momento ideale per connettersi veramente con la cultura autentica e le persone meravigliose di Creta. Sperimentare in prima persona splendidi rituali come l'Epifania aggiungerà significato ai tuoi viaggi e ti darà un senso di connessione con questa meravigliosa isola.

Assicurazione Premium - Rental Center Crete
Scopri Creta
con un'auto a noleggio
a partire da €14,9 al Giorno