Rental Center Crete Large Hero

Teseo, Zeus, Minosse, Crono - I Miti Più Famosi di Creta

June 22, 2022
Miti di Creta

Creta è al centro della mitologia greca. Alcune delle storie più famose della mitologia greca si riferiscono direttamente a Creta, tra cui il principale degli dèi olimpici - Zeus.

La Nascita di un Dio - Zeus e Crono

Creta viene considerata come il luogo di nascita di Zeus. Ma la sua non fu un'infanzia facile e gloriosa; anzi, fu irta di gravi pericoli.

Suo padre e sua madre erano tra i dodici Titani - i figli di Urano (i Cieli) e Gaia (la Terra). Sua madre era Rea e suo padre era Crono. Purtroppo Crono venne a conoscenza di una profezia: alla fine sarebbe stato rovesciato dal suo stesso figlio. La sua soluzione era semplice: divorò i suoi figli non appena nacquero. Rhea riuscì a salvare il figlio più piccolo, e ingannò Crono, nutrendolo invece con una pietra avvolta in una coperta. Cosa fare con il bambino vero? Lo nascose sull'isola di Creta.

Minosse - Il mitico re di Creta

Infanzia Cretese di Zeus

E dove a Creta? In una grotta. Ma su quale fosse la grotta vi è ancora dibattito - ben due ne rivendicano l'onore. Una è la Grotta di Ideon Andron, in alto sulle pendici del Monte. Psiloriti (Mt. Ida) - la montagna più alta di Creta, a 2.456 m, nel centro dell'isola. L'altra grotta che sostiene di essere il luogo di nascita di Zeus è la Diktaion Andron - la Grotta Psychro, che era una grotta sacra dell'era minoica. Il Diktaion Andron si trova nell'altopiano di Lasithi, nella provincia più orientale di Creta.

Grotta di Ideon

Zeus fu allattato dalla madre adottiva Amalthea. Questo bellissimo nome significa "tenera dea". Ma chi fosse esattamente Amalthea dipende dall'interpretazione. A volte è raffigurata come una pastorella che nutre il piccolo Zeus con latte di capra proveniente dal suo gregge. Ma altre volte, è lei stessa raffigurata come una capra.

Grotta di Zeus

Gli stessi cretesi proteggevano il dio bambino. I Korybantes - o a volte chiamati Kourites - erano una banda di guerrieri e seguaci di Rhea che contribuirono a proteggere il piccolo Zeus rimanendo vicino alla bocca della grotta in modo che potessero sbattere forte sui loro scudi nel caso in cui Crono dovesse avvicinarsi. Questo forte clamore aveva lo scopo di mascherare il suono delle grida del possente bambino.

Zeus e Creta

Zeus aveva un grande affetto per Creta. E un grande affetto per le donne; tra i suoi tanti, tanti incontri, uno dei più famosi si è verificato a Creta.

Gortyna - Rovine dell'Odeon

Zeus fu rapito con la bellezza di Europa, la principessa fenicia originaria dell'Argolid. Lui la rapì. Curiosamente, però, prese la forma di un toro per rapirla e la trasportò a Creta. Spesso vediamo Europa raffigurata sul dorso di un toro mentre viene rapita. La portò a Gortyn - vicino Matala - e la sedusse sotto un platano. L'albero leggendario (o uno altrettanto onorato) si trova ancora accanto al sito archeologico di Gortyn.

Dei doni che Zeus elargì a Europa si diceva che fosse Talos, il gigantesco protettore di bronzo dell'isola.

Re Minosse

Il Re Minosse, che dà il suo nome ai Minoici, la magnifica cultura dell'età del bronzo di Creta, fu il risultato dell'unione di Zeus con Europa. E non è l'unica volta che un toro - simbolo che compare frequentemente nella cultura minoica - gioca un ruolo significativo.

Minotauro Antico Mosaico

Minosse è associata ad alcuni dei miti greci più conosciuti - il labirinto e il Minotauro. Minosse era in competizione con i suoi fratelli per il trono e cercò quindi l'intervento divino, pregando Poseidone di mandargli un segno - uno splendido toro bianco - per sancire che il trono era suo. Il toro apparve, Minosse salì al trono, ma non seguì il resto dell'accordo - sacrificare il toro in onore di Poseidone. Poseidone si infuriò e ideò una punizione creativa e terribile.

Labirinto del Minotauro al Palazzo di Cnosso

Stregò la moglie del re Minosse - la regina Pasifae - perché si innamorasse del toro. E nemmeno un amore casto. E qui entra in gioco un altro personaggio famoso della mitologia - Dedalo. Dedalo è il famoso ingegnere noto per il mito di Icaro e le ali tenute con la cera. Pasifae gli fece costruire per lei una mucca per farla strisciare dentro e così ingannare lo splendido toro bianco, invitandolo ad accoppiarsi con lei.

Leggi anche: Tutto Quello Che C'è da Sapere sul Palazzo di Cnosso

Il Minotauro

Da questa unione della regina Pasifae e del toro nacque una delle più famose bestie della mitologia: il Minotauro. Il nome di questo ibrido metà uomo / metà toro deriva da Minosse e dalla parola greca per toro - Tavros (Toro - come il segno astrologico). Il Re Minosse aveva bisogno di proteggerlo e di proteggere gli altri dalla sua vorace fame. Di nuovo, l'ingegnere Deadalus fu messo al lavoro e progettò il famoso labirinto per nascondere il Minotauro.

Minotauro

Teseo

Un figlio di Minosse e Pasifae - Androgio - fu un abile concorrente, vincendo ogni premio ai giochi panatenaici. Questo spinse il geloso re ateniese a farlo uccidere. Per punizione, il re cretese, Minosse, chiese sette giovani e sette fanciulle di Atene da inviare a Creta (quanto spesso - annualmente, ogni sette anni o ogni nove anni - è incerto). Il loro destino era terribile - furono mandati nel labirinto per essere mangiati dal Minotauro o per morire, persi nel labirinto.

Affresco del Minotauro

Infine, la terza volta che un gruppo di giovani ateniesi doveva essere inviato a Creta, il figlio del re Egide, Teseo, decise di porre fine a quella brutale usanza. Unendosi ai giovani scelti in incognito, sarebbe entrato nel labirinto e avrebbe ucciso il Minotauro.

Mezzo trono del Palazzo Minoico

Certo, avrebbe avuto bisogno di aiuto, anche solo per fuggire dal labirinto dopo aver ucciso il Minotauro. Questo aiuto arrivò da Arianna - la figlia del re Minosse, che rimase completamente colpita da Teseo. Secondo la maggior parte delle storie, ella le diede un gomitolo di filo in modo che potesse ripercorrere la strada del ritorno, portando i giovani ateniesi fuori pericolo con lui. Teseo lasciò l'isola con Arianna al seguito.

Ma non c'era un "per sempre felici e contenti". In primo luogo, in viaggio verso Atene si fermarono sull'isola cicladica di Naxos. Lì, Teseo ebbe un sogno: Dioniso gli si avvicinò nel sonno e lo convinse a lasciare subito l'isola, abbandonando Arianna. Questo fu un bene per lei perché finì per sposare Dioniso: il dio della vendemmia, della fertilità, dei frutteti e del teatro, tra le altre cose. Dioniso aveva convinto Teseo ad andarsene in modo da poter rivendicare Arianna per sé stesso.

Leggi anche: La Storia di Erotokritos

Statua di Teseo che lotta contro il Minotauro

Poi, il ritorno di Teseo, che avrebbe dovuto essere trionfante, portò invece solo tragedia. Il re Egeo guardava l'orizzonte per il suo ritorno. E avevano concordato un segnale in anticipo - se Teseo fosse tornato trionfante avrebbe cambiato le vele nere sulla sua nave in bianche. Ma egli se ne dimenticò. IlRe Egeo vide le vele nere all'orizzonte e, credendo che Teseo fosse stato ucciso dal Minotauro, si gettò in mare per il dolore. Chiamiamo il mare ancora come lui: l'Egeo.

Lo Zeus di Otricoli è un busto romano antico

Rental Center Crete - Car Hire
Ufficio Centrale: Nidas 1, Heraklion, Creta, Grecia 71307
+30 2810 240120
+30 2810 240120
metodi di pagamento Protected by Sectigo SSL eurobank
EOT sign
Informativa sulla Privacy & Cookies - Mappa del sito - Note Legali
Rental Center Crete © Tutti i diritti riservati. Creato da Harry Anapliotis